Dottorato di Ricerca in: MATEMATICA ED AUTOMATICA PER L’INNOVAZIONE SCIENTIFICA E TECNOLOGICA

Nuova istituzione Dottorato Internazionale

Temi della ricerca:

Il rapido sviluppo delle tecnologie e delle problematiche ad esse collegate richiede ogni giorno di più ricercatori e tecnici che abbiano una conoscenza approfondita degli aspetti teorico-scientifici delle scienze di base e applicate nonchè di metodologie avanzate di tipo sistemistico al fine di soddisfare la richiesta di prestazioni sempre più stringenti. Queste considerazioni suggeriscono l’istituzione di un nuovo dottorato di ricerca dove i metodi matematici siano al servizio di una formazione generale di base e, insieme alle metodologie tipiche dell’Automatica, siano finalizzati alla risoluzione di problemi ingegneristici, fisici ed economici, per una figura nuova di tecnico-ricercatore che sappia analizzare il problema in esame e scegliere le metodologie adatte per risolverlo tenendo ben presenti, ovviamente, eventuali specifiche connesse al trasferimento tecnologico delle possibili soluzioni. Lo scopo del dottorato e' quello di fornire ai laureati una formazione altamente qualificata nei campi della Modellazione Matematica e dell’Automatica, tanto nei loro settori di base, quanto nelle loro applicazioni che permetta loro di affrontare e risolvere problemi in contesti anche diversi rispetto a quelli specificamente analizzati nel Corso di Dottorato. Il corso di dottorato è trasversale rispetto a quelli classici dell’Ingegneria, in quanto fondato sia su discipline matematiche che su discipline Ingegneristiche, molto differenziate nell’oggetto di studio, ma in stretta analogia circa gli aspetti metodologici. E’ poi diversificato anche rispetto al dottorato in Matematica e Informatica, già presente in questo Ateneo, in quanto finalizzato alla soluzione di problemi concreti di Ingegneria, di Fisica e di Economia. E' previsto il coinvolgimento di Università Straniere e di partner industriali al fine di aumentare la possibilità di sbocchi occupazionali per i futuri dottori di ricerca. Le tematiche di ricerca sono molteplici e sono accomunate dal taglio culturale e dagli strumenti impiegati per affrontarle. Per tutti questi motivi, il corso di dottorato appare come un corso strategico per l’Ateneo palermitano.

Il dottorato si inserisce in due diverse aree CUN:

S.S.D. individuati per il Corso (sigla e titolo)

Numero docenti del Collegio per ogni S.S.D.

MAT/02

1

MAT/03

3

MAT/05

6

MAT/07

3

ING-INF/04

4

Titolo conseguibile: Dottore di Ricerca in Matematica e Automatica per l’innovazione scientifica e tecnologica

Posti ammissibili (quanti dottorandi la struttura può formare): 6

  1. SEDI E SOGGETTI PROPONENTI

Dipartimenti dell’Ateneo di Palermo

Numero Docenti per ogni Dipartimento

Struttura proponente

sede del Corso

Dipartimento di Ingegneria dell’Automazione e dei Sistemi (DIAS)

4

Dipartimenti o Centri Interdipartimentali dell’Ateneo di Palermo partecipanti

Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici (DMMM)


13

Disponibilità di specifiche strutture operative e scientifiche per il corso e per l’attività di studio e di ricerca dei dottorandi


DIAS:


DMMM:

COLLEGIO DOCENTI

Coordinatore

Cognome Nome

Qualifica

S.S.D.

Facoltà

Dipartimento

Recapiti:

(Tel/Fax c/o Dip.to, e-mail)

Alonge Francesco

P.O.

ING-INF/04

Automatica

Ingegneria

Dipartimento di Ingegneria dell’Automazione e dei Sistemi

Tel. 091481119

Fax 091427940

alonge@unipa.it

SOSTITUTO DEL COORDINATORE:

Cognome Nome

Qualifica

S.S.D.

Facoltà

Dipartimento

Recapiti:

(Tel/Fax c/o Dip.to, e-mail)

Mongiovì Maria Stella

P.O.

MAT/07

Fisica Matematica

Ingegneria

Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici

Tel 0916657327

Fax 091427258

mongiovi@unipa.it

COMPOSIZIONE DEL COLLEGIO DOCENTI DEL DOTTORATO

Partecipanti al Collegio Docenti

N.

Cognome Nome

Ruolo

S.S.D.

Soglia9

Dipartimento di afferenza

Ateneo

1

Aiena Pietro

P.O.

Mat/05

(Analisi Matem.)


Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici

PA

2

Alonge Francesco

P.O.

ING-INF/04

(Automatica)


DIAS

PA

3

Bagarello Fabio

P.A.

Mat/07 (Fisica Matem.)



Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici

PA

4

Bongiorno Donatella

P.A.

Mat/05

(Analisi Matem.)


Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici

Bongiorno Donatella

5

Brugarino Tommaso

P.O.

Mat/07 (Fisica Matem.)


Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici

Brugarino Tommaso

6

Caggegi Andrea

P.A.

Mat/03 (Geometria)


Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici

Caggegi Andrea

7

D’Ippolito Filippo

R.U.

ING-INF/04

(Automatica)


DIAS

D’Ippolito Filippo

8

Falcone Giovanni

R.U.

Mat/03 (Geometria)



Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici

Falcone Giovanni

9

Giarrè Laura

P.A.

ING-INF/04

(Automatica)



DIAS

Giarrè Laura

10

Grimaldi Renata

P.O.

Mat/03 (Geometria)


Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici

Grimaldi Renata

11

Giovannelli Nicolò

P.A.

Mat/05

(Analisi Matem.)


Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici

Giovannelli Nicolò

12

Mongiovì Maria Stella


P.O.

Mat/07 (Fisica Matem.)



Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici

Mongiovì Maria Stella

13

Raimondi Francesco M.

R.U.

ING-INF/04

(Automatica)



DIAS

PA

14

Tornatore Elisabetta

R.U.

Mat/05

(Analisi Matem.)



Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici

PA

15

Tschinke Francesco

R.U.

Mat/05

(Analisi Matem.)



Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici

PA

16

Valenti Angela

P.A.

Mat/02 (Algebra)



Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici

PA

17

Pavone Marco

P.A.

Mat/05

(Analisi Matem.)


Dipartimento di Metodi e Modelli Matematici

PA

Componenti del Collegio partecipanti, negli ultimi 4 anni solari (2006-2009), a progetti di ricerca nazionali o internazionali (PRIN, CNR, PON, UE, etc.)

Docente

Progetto

Anno

Posizione ricoperta

Coordinatore Nazionale

Responsabile scientifico Unità di ricerca locale

Partecipante

Giarrè Laura

PRIN (Tecniche avanzate di controllo e identificazione per applicazioni

Innovative)

2006-2007



Partecipante

Giarrè Laura

progetto tematico Erasmus 3: "ESTIANET

Opening up Electical Engineering, Compter Technologies and Applied Sciences

to Succesfull Women Careers"


2005-2006

Progetto Internazionale

Responsabile italiano




Grimaldi Renata

Programmazione del Sistema Universitario 2004-06

(DM 5 agosto 2004, art. 23, Internazionalizzazione) Cooperazione Italo-Francese (Proprietà asintotiche di varietà e gruppi discreti)

2004-2006

Responsabile Nazionale



Grimaldi Renata

PRIN (Sottovarietà e strutture speciali delle varietà differenziabili)

2005-2006



Partecipante

Grimaldi Renata

Progetto Internazionale Propriettà Asintotiche di Varietà e di Gruppi Discreti


Responsabile Nazionale



Mongiovì Maria Stella

Azione Integrata Italia-Spagna (Interaction between heat flux and rotation in quantum turbulence. Application to the refrigeration of nanosystems)

2006

Responsabile Nazionale



Brugarino Tommaso

PRIN (Propagazione non lineare e stabilità nei processi termodinamici del continuo)

2005-2006



Partecipante

Bagarello Fabio

PRIN (Propagazione non lineare e stabilità nei processi termodinamici del continuo)


2005-2006



Partecipante

Bagarello Fabio

CORI, voce D

2007



Partecipante

Bagarello Fabio

CORI, voce B

2008

Responsabile Nazionale



Mongiovì Maria Stella

PRIN (Propagazione non lineare e stabilità nei processi termodinamici del continuo)

2005-2006



Partecipante

Falcone Giovanni

PRIN (Strutture geometriche, combinatorie e loro applicazioni)

2005-2006


Partecipante

Caggegi Andrea

PRIN (Strutture geometriche, combinatorie e loro applicazioni)

2005-2006


Partecipante

Falcone Giovanni

PRIN (Strutture geometriche, combinatorie e loro applicazioni)

2007-2008


Partecipante

Caggegi Andrea

PRIN (Strutture geometriche, combinatorie e loro applicazioni)

2007-2008


Partecipante

Valenti Angela

PRIN (Identità polinomiali in algebre e metodi combinatori)

2006-2007



Partecipante

Valenti Angela

FIRB (Algebre con identità polinomiale)

2003-2006



Partecipante

Falcone Giovanni


CORI:

Gruppi e Anelli di Witt" -Università: Palermo Erlangen Szeged

2006


Responsabile



Mongiovì Maria Stella


CORI:

Evolution and generation of vortices in classical and quantum fluids. Università di Palermo, Universitat Autonoma de Barcelona.

2007


Responsabile



Aiena Pietro


PRIN 2009 : Operatori e strutture geometriche in spazi di Banach.

2009

Responsabile Nazionale



Aiena Pietro


progetto internazionale spagnolo ESTRUCTURAS ASINTOTICAS EN ESPACIOS DE BANACH Y APLICACIONES A OTRAS AREAS (REFERENCIA: MTM2007-67994-C02-01)

2007



Partecipante

Alonge Francesco

PRIN 2007



Responsabile


D’Ippolito Filippo

PRIN 2007

2007-2008



Partecipante

Giarrè Laura

Erasmus: ''ESTIA-EARTH

2008-2011


Responsabile


Giarrè Laura

''Komputer + Kunst = Kjærlighet''

2008-2009



Partecipante

Componenti del Collegio, che siano stati, negli ultimi 4 anni solari (2006-2009), responsabili locali di collaborazioni internazionali finalizzate allo svolgimento di attività di ricerca, stipulate con formali accordi tra Rettori.

Docente Responsabile locale

Attività di ricerca

Anno

Ateneo

Mongiovì Maria Stella

Accordo quadro - Progetti da concordare

2007

Palermo-Universitat Autonoma de Barcelona

















Elenco prodotti scientifici del Collegio Docenti, Pubblicati negli anni 2004-2008 (Si prendano in considerazione solo articoli su riviste ISI o ISI-equivalenti10 pubblicati negli anni 2004-2008, di cui è autore o coautore un componente del collegio e volumi di ricerca originale, esclusi i capitoli di libro, in collane di rilevanza nazionale o internazionale11, pubblicati negli anni 2004-2008, di cui è autore o coautore un componente del collegio.

N.

Prodotto scientifico

Anno

Tipologia

Docente/i del Collegio autore/i o coautore/i

Pubblicazione ISI

Pubblicazione ISI - equivalente

Volumi di ricerca originale in collane di rilevanza nazionale o internazionale

1

Int. Jour. Theor. Phys., 43, No.12, (2004) 2371-2394

2004

ISI



F. Bagarello

2

Int. Jour. Math. and Math. Sci., 21 (2004) 1077-1096

2004

ISI



F. Bagarello

3

J. Phys. A, 37 (2004) 2537-2548

2004

ISI



F. Bagarello

4

Open Sys and Information Dyn, 12 (2005) 1-20

2005

ISI



F. Bagarello

5

Int. Jour. Math. and Math. Sci., 17 (2005) 2805-2820

2005

ISI



F. Bagarello

6

Rep. Math. Phys., 56, No. 1 (2005) 117-152

2005

ISI



F. Bagarello

7

J. Math. Phys, 46 (2005) DOI:10.1063/1.1901343

2005

ISI



F. Bagarello

8

J. Math. Phys., 46 (2005) DOI:10.1063/1.1887924

2005

ISI



F. Bagarello

9

J. Operat. theory, 56 (2006) 357-376

2006

ISI



F. Bagarello

10

J. Phys. A 39 (2006) 6823-6840

2006

ISI



F. Bagarello

11

Studia Mathematica, 172 (2006) 289-305

2006

ISI



F. Bagarello

12

J. Math. Phys., 48 (2007) DOI: 10.1063/1.2423230

2007

ISI



F. Bagarello

13

Reviews in Math. Phys, 19, No. 3 (2007) 231-272

2007

ISI



F. Bagarello

14

J. Math. Phys., 48, (2007) DOI: 10.1063/1.2711371.

2007

ISI



F. Bagarello

15

Zeitschrift für Analyse und ihre Anwendungen, 26 (2007) 313-330.

2007

ISI



F. Bagarello

16

Physica A 386 (2007) 283-302

2007

ISI



F. Bagarello

17

J. Math. Phys. 48 (2007) DOI: 10.1063/1.2800286

2007

ISI



F. Bagarello

18

J. Math. Anal. Appl., 337, no. 2 (2008) 1337-1344

2008

ISI



F. Bagarello

19

J. of the Japanese Math. Soc. 60, (2008) 511-549

2008

ISI



F. Bagarello

20

J. Math. Phys. 49 (2008) (17pp) DOI: 10.1063/1.2898117, 032110

2008

ISI



F. Bagarello

21

J. Phys. A 41 (2008) DOI: 10.1088/1751-8113/41/33/335208

2008

ISI



F. Bagarello

22

J. Math. Phys. 49 (2008) DOI: 10.1063/1.2919067

2008

ISI



F. Bagarello

23

Phys. Lett. A 372 (2008) DOI: 10.1016/ j.physleta. 2008.08.047, 6226-6231

2008

ISI



F. Bagarello

24

J. Algebra 275 (2004) 550-566, ISSN: 0021-8693

2004

ISI



A. Valenti

25

J. Pure Appl. Algebra, 202 (2005) 1-3, 82-101, ISSN: 0022-4049

2005

ISI



A. Valenti

26

Manuscripta Math., 119 (2006), 2, 243-254, ISSN: 0025-2611

2006

ISI



A. Valenti

27

Lect. Notes Pure Appl. Math., 248 (2006) Chapman-Hall CRC, Boca Raton, FL, 91-103

2006

ISI



A. Valenti

28

Int. J. Algebra Comput., 16 (2006), pp. 275-286 ISSN: 0218-1967

2006

ISI



A. Valenti

29

Arch. Math., 89 (2007), no. 1, 33--40, ISSN: 0003-889X

2007

ISI



A. Valenti

30

Des. Codes Crypt. 43, 33–40, (2007) ISSN: 0925-1022

2007

ISI



A. Caggegi

G. Falcone

31

J. Aust. Math. Soc. 82, 315–324, (2007) ISSN: 1446-7887

2007




G. Falcone

32

J. Number Theory 128, 1376–1387, (2008) ISSN: 0022-314X

2008

ISI



G. Falcone

33

Physica A 354 (2005) 111-126 . ISSN: 0378-4371

2005

ISI



E.Tornatore

34

Physica A 387 (2008) 3555-3562. ISSN: 0378-4371

2008

ISI



E.Tornatore

35

I.J. Nonlinear Mechanics, (2004), 39, 1005-1012

2004

ISI



M.S.Mongiovì

36

Boll. Unione Matematica Italiana, (2004), 7-B, 381-396

2004

ISI



M.S.Mongiovì

37

Phys. Rev. B, (2004), 69, 94513 (7 pages)

2004

ISI



M.S.Mongiovì

38

Physica A, (2004), 338, 445-457

2004

ISI



M.S.Mongiovì

39

Phys. Rev. B, (2005), 63, 12501 (4 pages)

2005

ISI



M.S.Mongiovì

40

J. of Phys.-Condensed Matter, (2005), 17, 4423-4440

2005

ISI



M.S.Mongiovì

41

Phys. Rev. B, (2005), 72, 104515 (4 pages)

2005

ISI



M.S.Mongiovì

42

Phys. Rev. B, (2005) 72, 144517 (11 pages)

2005

ISI



M.S.Mongiovì

43

Phys. Rev. B, (2006), 74, 054509 (11 pages)

2006

ISI



M.S.Mongiovì

44

Physics Letters A. (2006), 359, 183-186

2006

ISI



M.S.Mongiovì

45

Phys. Rev. B, (2007), 75, 024507 (14 pages)

2007

ISI



M.S.Mongiovì

46

Phys. Rev. B, (2007), 75, 214514 (10 pages)

2007

ISI



M.S.Mongiovì

47

Phys. Letters A, (2007), 368, 7-12. ISSN: 0375-9601. Doi : 10.1016/j.physleta.2007.03.078

2007

ISI



M.S.Mongiovì

48

J. Non-Newtonian Fluid Mech. vol. 152, pp. 36-44 ISSN: 0377-0257

2008

ISI



M.S.Mongiovì

49

Phys. Rev. B. vol. 77, pp. 092507 (12 pages) ISSN: 1098-0121

2008

ISI



M.S.Mongiovì

50

Math. Comp. Modelling, vol. 48, pp. 206-221 ISSN: 0895-7177. doi:10.1016/j.mcm.2007.09.007

2008

ISI



M.S.Mongiovì

51

Physica B, Cond. Matter. vol. 403, pp. 2215-2224 ISSN: 0921-4526. doi:10.1016/j.physb.2007.12.001

2008

ISI



M.S.Mongiovì

52

Phys. Rev. B, vol. 78, pp.024524 (12 pages) ISSN: 1098-0121. doi:10.1103/PhysRevB.78.024524

2008

ISI



M.S.Mongiovì

53

J. Math. Anal. Appl. (308) 2005. ISSN 0022-247X

2005

ISI



N.Giovannelli

54

Math. Appl. 56 (2008), no. 4. 959-964. ISSN 0898-1221

2008

ISI



N.Giovannelli

55

Il NUOVO CIMENTO Vol. 119 B, N. 10, 2005 (pp 975-982) DOI 10.1393/ncb/i2004-10149-y

2005

ISI



T. Brugarino

56

Il NUOVO CIMENTO Vol. 120 B, N. 4, 2005 (pp 423-429) DOI 10.1393/ncb/i2005-10044-1

2005

ISI



T. Brugarino

57

Optics Communications 262 2006 (pp 250-256) DOI 10.1016/optcom.2005.12-065

2006

ISI



T. Brugarino

58

Physics Letters A 372 2008 (pp 1836-1840)

DOI 10.1016/phyleta.2007.10447

2008

ISI



T. Brugarino

59

Il NUOVO CIMENTO Vol. 123 B, N. 2, 2008 (pp 161-180) DOI 10.1393/ncb/i2008-10549-y

2008

ISI



T. Brugarino

60

Geometriae Dedicata, 104, 139-148

2004

ISI



R Grimaldi

61

American Journal of Mathematics, 129, 315-350

2007

ISI



R Grimaldi

62

Math. Prooc. of Royal Irich Academy, vol. 104A, 1; p. 17-35, ISSN: 1393-7197

2004

ISI



P. Aiena

63

ACTA MATHEMATICA SCIENTIA, vol. 70; p. 265-278, ISSN: 0252-9602

2004

ISI



P. Aiena

64

INTEGRAL EQUATIONS AND OPERATOR THEORY, vol. 53 (4); p. 453-466, ISSN: 0378-620X

2005

ISI



P. Aiena

65

J. Math. An. Appl., vol. 311, No. 2; p. 530-544, ISSN: 0022-247X

2005

ISI



P. Aiena

66

Extracta Mathematicae, vol. 20; p. 25-41, ISSN: 0213-8743

2005

ISI



P. Aiena

67

Mediterr. J. Math., vol. 2; p. 137-151, ISSN: 1660-5446

2005

ISI



P. Aiena

68

STUDIA MATHEMATICA, vol. 169; p. 105-122, ISSN: 0039-3223

2005

ISI



P. Aiena

69

J. Math. An. Appl., vol. 324; p. 566-579, ISSN: 0022-247X

2006

ISI



P. Aiena

70

STUDIA MATHEMATICA, vol. 180 (3); p. 285-300, ISSN: 0039-3223

2007

ISI



P. Aiena

71

DIVULGACIONES MATEMÁTICAS, vol. 16, No 1; p. 55-72, ISSN: 1315-2068

2007

ISI



P. Aiena

72

PROCEEDINGS OF THE AMERICAN MATHEMATICAL SOCIETY, vol. 135; p. 2443-2451, ISSN: 0002-9939

2007

ISI



P. Aiena

73

Mediterr. J. Math. , vol. 4; p. 215-228, ISSN: 1660-5446

2007

ISI



P. Aiena

74

DIVULGACIONES MATEMÁTICAS, vol. 15, No 2; p. 207-226, ISSN: 1315-2068

2007

ISI



P. Aiena

75

DIVULGACIONES MATEMÁTICAS, vol. 15, No. 2; p. 123-142, ISSN: 1315-2068

2007

ISI



P. Aiena

76

J. Math. An. Appl., vol. 336; p. 683-692, ISSN: 0022-247X

2007

ISI



P. Aiena

77

ACTA MATHEMATICA SCIENTIA, vol. 73; p. 251-263, ISSN: 0252-9602

2007

ISI



P. Aiena

78

ACTA MATHEMATICA SCIENTIA, vol. 74; p. 299-317, ISSN: 0252-9602

2008

ISI



P. Aiena

79

LINEAR ALGEBRA AND ITS APPLICATIONS, vol. 428; p. 1791-1802, ISSN: 0024-3795

2008

ISI



P. Aiena

80

PROCEEDINGS OF THE AMERICAN MATHEMATICAL SOCIETY, vol. 136; p. 2839-2848, ISSN: 0002-9939

2008

ISI



P. Aiena

81

Extracta Mathematicae, vol. 23 (2); p. 103-118, ISSN: 0213-8743

2008

ISI



P. Aiena

82

J. Math. An. Appl., vol. 342; p. 830-837, ISSN: 0022-247X

2008

ISI



P. Aiena

83

Integral Equations Operator Theory 51 (2005), NO. 4, 583--600

2005

ISI



F. Tschinke

84

Publ. Res. Inst. Math. Sci. 41 (2005), No.2, 259-279

2005

ISI



F. Tschinke

85

Mediterr. J. Math. 2 (2005), 301-313

2005

ISI



F. Tschinke

86

Mediterr. J. Math. 4 (2007), 357-373

2007

ISI



F. Tschinke

87

Algebraic groups and Lie groups with few factors,

Lecture Notes Math. 1944, (2008) ISSN: 0075-8434

2008



Volume di ricerca internazionale

G. Falcone

88

Fredholm and local spectral theory, with applications to multipliers.

DORDRECHT: Kuwer Academic Publishers, p. 1-444, (2004) ISBN: I 4020 1830-4

2004



Volume di ricerca internazionale

P. Aiena

89

Semi-Fredholm operators, perturbation theory and localized SVEP. MERIDA: XX Escuela Venezolana de Matematicas,

p. 1-189, (2007)

ISBN: 978-980-261-084-6

2007



Volume di ricerca internazionale

P. Aiena

90

Czechoslovak Math. Journal, vol. 54; p. 717-725, ISSN: 0011-4642

2004

ISI


D.Bongiorno

91

J. Math. An. Appl., vol. 303; p. 119-134, ISSN: 0022-247X

2005

ISI



D.Bongiorno

92

Czechoslovak Math. Journal, vol. 56; p. 559-578, ISSN: 0011-4642

2006

ISI



D.Bongiorno

93

IEEE TRANS. ON AUTOMATIC ONTROL, vol. 53-4; p. 998-1003, ISSN: 0018-9286, doi: 10.1109/TAC.2008.919546


ISI



Giarrè

94

SYSTEMS & CONTROL LETTERS, vol. 55 (11); p. 918-928, ISSN: 0167-6911


ISI



Giarrè

95

IEEE TRANS. ON CONTROL SYSTEMS TECHNOLOGY, vol. 13; p. 599-605, ISSN: 1063-6536

2005

ISI



Giarrè

96

AUTOMATICA, vol. 41; p. 1017-1024, ISSN: 0005-1098

2005

ISI



Giarrè

97

CONTROL ENGINEERING PRACTICE; p. 351-361, ISSN: 0967-0661

2005

ISI



Giarrè

98

IEEE Trans. Power Electronics, vol. 23, pp. 2990-3003

2008

ISI



Alonge D’Ippolito

99

IEEE Trans. on Industrial Electronics, vol. 54, pp. 3205-3216

2007

ISI



Alonge

D’Ippolito

100

Control Engineering Practice, vol. 15, pp. 1508-1519

2007

ISI



Alonge

D’Ippolito

101

IEEE Trans. on Power Electronics, vol. 22, pp. 1210-1221

2007

ISI



Alonge

D’Ippolito

Raimondi F.M.

102

International Journal on Robotics & Automation, vol. 22, 2007, pp. 126-137

2007

ISI



Alonge

D’Ippolito

Raimondi T.

103

Control Engineering Practice, vol. 12, pp. 1091-1100

2004

ISI



Alonge

D’Ippolito

Raimondi F.M.

104

ROBOTICS AND AUTONOMOUS SYSTEMS, 52, 115-131

2005

ISI



Raimondi F.M.

105

IET CONTROL THEORY & APPLICATIONS, 1, Issue 5, 1311-1321

2007

ISI



Raimondi F.M.

Numero totale prodotti scientifici 105 /Numero componenti il Collegio Docenti 17 =

Produzione scientifica media del Collegio 6.17

Docenti autori o coautori di lavori valutati nella procedura CIVR 2004

N.

Prodotto scientifico

Docente autore o coautore

Valutazione CIVR

1

Thermodynamic pressure in nonequilibrium thermodynamics of dilute nonviscous gases,

Phys. Rev. E, 63 (6): art. no. 061202 , ( 2001)

ISSN: 1539-3755

Maria Stella Mongiovì

Eccellente

2

Remplissage et surfaces de devolution Jour. De Mathematiques pure set appliquees, (2003) vol.82, p.1005-1046

Renata Grimaldi

Buono

3

Algebraic dynamics in O*-Algebras: A
perturbative Approach. J. Math. Phys, 43, 3280-3292 (2002)

Fabio Bagarello

Buono

4

Relations between the Hepp-Lieb and the
Alli-Sewell laser models.
Annales Henry Poincarè 3, 983-1002, (2002)

Fabio Bagarello

Buono

ATTIVITA’ FORMATIVA


ATTIVITÀ DIDATTICA FRONTALE

CICLI DI SEMINARI

Descrizione del programma del corso

Durata in ore

Indicazioni tematiche, titoli

Durata in ore

I ANNO

Corsi di base (cfr. (*))

Corsi proposti fra quelli elencati, di seguito, nella “descrizione dei corsi”

100

Seminari cfr. (*)

10

II ANNO

Corsi di indirizzo (cfr. (*))

Corsi proposti fra quelli elencati, di seguito, nella “descrizione dei corsi”

50

Seminari cfr. (*)

10

III ANNO



Seminari cfr. (*)

10

Soggiorni all’estero (Si/NO) Si


Obbligatorio (Si/NO) Si


Periodo consentito all’estero per ciascun dottorando (in mesi): Minimo 6 Massimo 12

Finalità del soggiorno all’estero:

  • Frequenza corsi Si

  • Attività di ricerca Si

  • Attività relative alla tesi Si


(*) Il Corso di Dottorato prevede il seguente percorso formativo, articolato in 3 anni.

a ) ad ogni dottorando il collegio dei docenti assegna un Tutor che seguirà il suo percorso formativo;


b) ogni dottorando dovrà svolgere attività di ricerca in una delle aree di ricerca del dottorato (aree 01 e 09).


c) ogni dottorando è tenuto a frequentare, per almeno 110 ore nel primo anno e almeno 60 ore nel secondo anno, corsi e seminari che possono essere di tre tipologie.  Nel 3° anno, dedicato essenzialmente all’elaborazione della tesi di dottorato, e’ richiesta la frequenza a seminari;


d) ogni dottorando dovrà trascorrere un periodo di formazione all’estero di almeno 6 mesi, non necessariamente continuativi, presso una delle Università con cui è presente una Convenzione o presso centri di rilievo internazionale e/o di alta formazione.


Le tipologie dei corsi sono le seguenti:


Corsi del Dottorato

Sono previsti tre tipologie di corsi: corsi di formazione di base, corsi di formazione di base integrativi e corsi di formazione di indirizzo.

Corsi di formazione di base

I corsi di formazione di base sono corsi “ad hoc” appositamente progettati per il Dottorato. La loro durata è tra le 15 e le 45 ore circa. La frequenza e’ obbligatoria e il superamento dell’esame è certificato da una dichiarazione scritta del Docente. Le modalità di superamento dell’esame sono stabilite dal Collegio dei Docenti. E’ possibile chiedere al collegio dei Docenti l’inserimento nel programma di studio di corsi offerti da altri Dottorati in Italia o all’estero. Vi possono essere corsi obbligatori per tutti i dottorandi o per i dottorandi afferenti ad uno specifico “curriculum”.

Corsi di formazione di base integrativi

Sono corsi “mutuati” dai vari Corsi di Laurea dell’Università di Palermo o di altre Università o strutture di ricerca italiane e straniere. Tali corsi integrano le conoscenze dei dottorandi con contenuti non appresi nei loro precedenti percorsi formativi. La relativa frequenza è obbligatoria. Le modalità di superamento dell’esame sono stabilite dal Collegio dei Docenti sulla base di una dichiarazione scritta del Docente del Corso che contenga una certificazione dell’avvenuta frequenza e del superamento del relativo esame finale.  

Corsi di formazione di indirizzo.

Tali corsi sono progettati ad hoc per i dottorandi in relazione alle loro attitudini e capacità specifiche. I corsi possono essere di vario tipo, da quelli a carattere puramente teorico a quelli a carattere teorico-sperimentale volti anche alla realizzazione di prototipi innovativi ad elevato contenuto tecnologico. L’obiettivo di tali corsi è duplice: a) quello di fornire le basi essenziali per le attività di ricerca dei dottorandi, in vista anche dello sviluppo della tesi di Dottorato da discutere per il conseguimento del titolo di Dottore di Ricerca; b) adeguare la preparazione dei dottorandi alle esigenze e alle richieste del mondo del lavoro, ampliando così il panorama degli sbocchi occupazionali.

Scuole, cicli di seminari, ecc.

E’ prevista la frequenza di Scuole di Dottorato, quale ad esempio la Scuola Politecnica di Dottorato di Ricerca dell’Università degli Studi di Palermo. Sono previste anche iniziative formative su temi specifici, di interesse per il curriculum del dottorando. Tali iniziative sono costituite da cicli di seminari organizzati dai Dipartimenti a cui afferiscono Docenti del Collegio, o da Università o Centri di Ricerca italiani o stranieri o da Scuole che numerosi gruppi  nazionali di coordinamento della ricerca organizzano annualmente. Al termine della frequenza, il dottorando è tenuto a presentare al Tutor una tesina finale, la cui valutazione positiva o negativa da parte del Tutor stesso assume il ruolo di “esame”.

DESCRIZIONE DEI CORSI E DEI CICLI DI SEMINARI PREVISTI

Nel primo anno di dottorato si prevedono corsi di formazione di base, tenuti da docenti di Matematica Pura ed Applicata e di Automatica. Ciascuno studente dovrà frequentare tali corsi per un totale di 100 ore.

Nel secondo anno di dottorato si prevedono corsi su temi specifici, propedeutici alla ricerca. Ciascuno studente dovrà frequentare tali corsi per un totale di 50 ore.

In tutti e tre gli anni si prevedono cicli di seminari tenuti da esperti.

Corsi di formazione di base

Complementi di Geometria : 20 ore. (Docenti : G. Falcone, A. Caggegi, M. Pavone). Calcolo combinatorio ed elementi di matematica discreta. Analisi Matriciale: funzioni di matrici, formula di interpolazione di Silvester, forme quadratiche ed hermitiane, definitezza e semidefinitezza di forme quadratiche ed hermitiane, diagonalizzazione e diagonalizzazione a blocchi (Jordan), decomposizione ai valori singolari, insiemi convessi, funzioni convesse.

Elementi di Analisi Funzionale 1. 20 ore, (Docenti: F. Bagarello, P. Aiena) Spazi lineari normati, spazi di Banach, spazi di Hilbert, norme nello spazio delle funzioni. Serie di Fourier. Trasformata di Fourier. Trasformata di Laplace.

Sistemi dinamici e teoria dei sistemi 20 ore. (Docenti : L. Giarrè, F. D’Ippolito). Fondamenti Teorici: Sistemi dinamici finito dimensionali, stabilità, biforcazioni e caos. Teoria dei Sistemi: proprietà strutturali, criteri di Lyapunov, filtro di Kalman, Studio di modelli lineari, a tempo continuo e discreto, tempo-invarianti e tempo-varianti, sistemi interconnessi, rivelabilità e stabilizzabilità, raggiungibilità e osservabilità, forme canoniche SISO e MIMO, spazi invarianti, assegnazione degli autovalori e dell’autostruttura. Stabilità ingresso-uscita: stabilità per sistemi lineari e tempo-invarianti, non lineari e tempo-invarianti, lineari o non lineari e tempo-varianti.

Metodi variazionali e controllo ottimo. 20 ore. (Docenti: N. Giovannelli, L. Giarrè, F. Alonge) Parte prima: Spazi di Sobolev. Formulazione variazionale di alcuni problemi ai limiti ellittici. Regolarità delle soluzioni deboli. Principio del massimo. Parte seconda. Applicazioni Ingegneristiche: controllo ottimo LQR e LQG, principio di Belman, controllo ottimo H-infinito.

Meccanica Analitica e Robotica. 40 ore. (Docenti: T.Brugarino, M.S.Mongiovì., F. D’Ippolito). Parte prima,20 ore: Dinamica dei corpi rigidi. Equazioni di Lagrange. Equazioni del moto in coordinate non indipendenti. Moltiplicatori di Lagrange. Equazioni del moto di sistemi soggetti a vincoli anolonomi. Equazioni di Appel. Sistemi conservativi. Funzione Lagrangiana. Potenziale generalizzato. Forze giroscopiche. Momenti cinetici. Variabili ignorabili. Trasformazione di Legendre. Hamiltoniana. Equazioni di Hamilton. Parte seconda, 20 ore. Robotica: modellistica e controllo di robot industriali, mobili e veicoli sottomarini.

Geometria differenziale e Sistemi dinamici non lineari. 20 ore. (Docenti: T. Brugarino, L. Giarrè) Campi vettoriali, derivate di Lie, parentesi di Lie, derivate di Lie di una forma lungo un campo vettoriale, distribuzioni, teorema di Frobenius, raggiungibilità e osservabilità di modelli non lineari, linearizzazione ingresso-uscita e linearizzazione a controreazione. Teoria della “contraction mapping” locale e globale, stima di soluzioni.

Sistemi dinamici a dimensione infinita. 20 ore. (Docenti: T. Brugarino, M. Sciacca). Ricerca di soluzioni esatte di equazioni differenziali ordinarie o alle derivate parziali, con l’uso dell'equazione associata o con l'utilizzo dei gruppi di Lie, metodo dei polinomi di Adomian, metodo dell'omotopia. Le lezioni saranno integrate con l'uso di pacchetti di calcolo simbolico.

Analisi e controllo robusto di sistemi incerti. 20 ore. (Docenti: F. Alonge, L. Giarrè). Controllo robusto per sistemi lineari e non lineari, reiezione del disturbo, controllo sliding-mode.

Termodinamica del non equilibrio. 20 ore. (Docenti: D.Jou, M.S.Mongiovì., M.Sciacca). Termodinamica classica dei processi irreversibili, Termodinamica estesa. Teorie con variabili interne. Termodinamica razionale. Formalismo ha miltoniano. Descrizione mesoscopica.

Equazioni differenziali a derivate parziali. 20 ore. (Docenti: T.Brugarino, M.S.Mongiovì). Campi vettoriali e tensoriali. Equazioni a derivate parziali. Problema di Cauchy. Linee caratteristiche. Equazioni di Laplace e di Poisson. L’equazione delle onde. L’equazione del calore.

Corsi di formazione di indirizzo scientifico-applicativo

Wavelets. 10 ore, (Docenti: F. Bagarello). Stati coerenti. Frames. Analisi di Multi-risoluzione e wavelets. Tecniche di analisi dei segnali.

Elementi di Analisi Funzionale 2. 10 ore, (Docenti: F. Bagarello) Operatori limitati. norme indotte nello spazio di matrici, misura di matrici,

Criptografia 10 ore, (Docenti: G. Falcone). Cenni storici. Criptografia a chiave simmetrica. Criptografia a chiave pubblica: RSA, ELGAMAL. Firma digitale. Criptografia su curve ellittiche.

Termodinamica dei nanosistemi. 10 ore, (Docenti: D. Jou, Universitat Autonoma de Barcelona, M.S.Mongiovì). Formulazione classica della teoria del trasporto d'energia e di corrente. Fenomeni termoelettrici e refrigerazione dei microcircuiti. Teoria microscopica del trasporto: teoria cinetica, meccanica statistica. Termodinamica dei nanosistemi. Fluttuazioni. Trasporto balistico.

Superfluidità e turbolenza superfluida. 10 ore, (Docenti M.S. Mongiovì, D. Jou, Universitat Autonoma de Barcelona). Il modello bifluido. Il modello monofluido dedotto dalla termodinamica estesa. Linee di vortice quantizzate. Turbolenza nei superfluidi.

Seconda quantizzazione, tecniche perturbative ed applicazioni. 10 ore (Docenti: F. Bagarello) Operatori bosonici e fermionici. Limite stocastico. Modello BCS della superconduttività.

Geometria Differenziale 2. 10 ore. (Docenti: R. Grimaldi, S. Nardulli. V. Poenaru, P. Pansu) Varietà differenziabili e gruppo fondamentale, Varietà riemaniane. Isometrie. Quasi-isometrie (di varietà e gruppi). Invarianti. Funzioni di crescita. Problemi isoperimetrici. Problemi geometrici variazionali. Analisi su varietà.

Conversione statica dell’energia. 10 ore. (Docenti: F. Alonge, F. D’Ippolito, F.M. Raimondi) Modellistica di convertitori monofasi corrente continua-corrente continua e corrente alternata-corrente continua boost, buck, boost-buck, flyback, convertitori trifase, inverter trifasi: modellistica orientata al circuito, modellistica basata su tecniche di identificazione; modellistica basata su modelli lineari con salti; controllo lineare e non lineare: controllo sliding mode, controllo basato sulla passività, controllo PID e controllo robusto.

Sistemi elettrici di movimentazione controllata. 10 ore. (Docenti: F. Alonge, F. D’Ippolito, F.M. Raimondi). Modellistica e modalità di controllo dei sistemi di movimentazione con motori asincrono e brushless; modalità di controllo dei motori asincroni e brushless per impieghi industriali; controllo dei motori asincroni e brushless per impieghi nell’ambito della trazione su gomma o su rotaia.

Robotica industriale, mobile e sottomarina. 10 ore. (Docenti: F. D’Ippolito). Controllo dei manipolatori robotici industriali basato su tecniche adattative e robuste, controllo dell’interazione fra manipolatore e ambiente di lavoro basato anche su tecniche di asservimento visivo mediante telecamere a bordo e su tecniche di misura o di identificazione delle forze di contatto tramite sensori di forza o coppia e adatti algoritmi di stima; controllo adattativo e robusto di robot mobili e sottomarini.

Automazione Industriale. 10 ore. (Docenti: F. M. Raimondi) Sistemi ad eventi discreti, generalizzazione dei processi di Markov, automi e linguaggi formali, analisi delle perturbazioni, reti di Petri.

Seminari

Sistemi real-time. 10 ore. (Cicli di seminari). Sistemi di prototipazione rapida basati su Processori Digitali di Segnale (DSP): DS1102, DS1103, DS1104, DSP a basso costo in virgola fissa e virgola mobile.

Automotive. 10 ore. (Cicli di seminari). Controllo delle centraline elettroniche, controllo dell’assetto longitudinale e trasversale, frenatura antislittamento, veicoli ibridi, gestione dell’energia a bordo del veicolo.


Applicazioni degli operatori a mercati azionari. 10 ore (Cicli di seminari) (Docenti: F. Bagarello) Mercati azionari chiusi: modellizzazione e trattazione del problema tramite tecniche operatoriali.

Altri seminari da frequentare in Italia o all’estero.

Previsione percorsi formativi per lo svolgimento di attività di ricerca di alta qualificazione:

Ente

Denominazione e tipologia12

Modalità di attuazione del percorso formativo13

Numero mesi14

MIT Boston, USA - Santa Barbara University, California, USA - Rutgers University, New Jersey: Center for Systems and Control, USA - Universitat Autonoma de Barcelona, Espana - Universitad the Los Andes Merida - Concordia University, Montreal, Canada - Université de Grenoble France - Università Paris 7 France - Università Paris-Sud XI France - Fokuaka University Japan - University of Neuchatel - Newcastly University - University of Granada - University of Liege

Cicli di Seminari – preparazione di Tesi

6




Previsione di collaborazioni, con soggetti pubblici e privati, italiani o stranieri, che consenta ai dottorandi lo svolgimento di esperienze in contesti di attività lavorative

Ente

Denominazione e tipologia15

Settore attività

Numero mesi16

INPT/ENSEEIHT Tolosa, France - MIT Boston, USA - Rutgers University, New Jersey: Center for Systems and Control, USA - National Technical University of Athens Division of
Industrial Electric Devices and Decision Systems Athens, Greece - Santa Barbara University, California, USA -

Ricerche di base, applicazioni e laboratorio

6

Previsione di procedure di autovalutazione interna integrata da valutazioni esterne (descrizione di modalità, tempi e organismi deputati all’attuazione dei sistemi di valutazione del Dottorato):

Si prevede un Organismo di Autovalutazione del Dottorato formato da 2 docenti interni.

Con periodo quadrimestrale i dottorandi compileranno dei questionari, dove valuteranno autonomamente corsi e seminari forniti nel periodo. Tali schede saranno analizzate dal Collegio dei Docenti che provvederà, se necessario, ad una rimodulazione dell’offerta formativa.

Valutazione esterna

Una volta l’anno saranno invitati due docenti esterni, nominati dal Collegio dei Docenti, esperti dei settori di interesse del dottorato, che valuteranno le attività didattiche e di ricerca svolte. Saranno messe a disposizione dei valutatori: a) la documentazione relativa al superamento degli esami previsti al termine dei corsi derl dottorato; b) i questionari compilati dagli studenti di dottorato; c) i prodotti della ricerca.